THI E STRESS DA CALDO NELLA BRUNA ITALIANA

di Aristide MaggiolinoUniversità degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Medicina Veterinaria. Che lo stress da caldo rappresenti una problematica assolutamente grave per il comparto zootecnico, ed in particolare per l’allevamento della vacca da latte è ormai un concetto particolarmente radicato. Molti, pero, continuano a pensare che tale problematica sia da relegare all’estate. …

FILIERE: INTESA CON LE REGIONI PER FONDO DA 90 MILIONI DI EURO PER LA ZOOTECNIA.

(09.07.2020) 90 milioni di euro per le filiere zootecniche in crisi. Sancita oggi l’intesa in Conferenza Stato regioni sul decreto Mipaaf che interviene su alcuni dei settori maggiormente colpiti dalla chiusura dell’Horeca durante il lockdown. Le filiere interessate da sovvenzioni dirette sono quelle suinicola, ovicaprina, cunicola, del latte bufalino e del vitello da carne per …

IL CONSUMO DI PRODOTTI LATTIERO-CASEARI DIMINUISCE IL RISCHIO PER DIABETE DI TIPO 2, SINDROME METABOLICA E IPERTENSIONE

da RUMINANTIAUn ampio studio epidemiologico condotto su 147.812 individui distribuiti in ben 21 paesi mostra che chi assume almeno due porzioni di prodotti lattiero-caseari al giorno ha un rischio inferiore di sviluppare sindrome metabolica, diabete di tipo 2 e ipertensione, rispetto a chi non le assume. L’associazione è inoltre risultata maggiore per coloro che hanno …

ANAREAI PER IL MANTENIMENTO DELLA DIVERSITÀ GENETICA

Di Laura Saggio18 Giugno 2020 La neo costituita Associazione nazionale allevatori razze equine e asinine italiane (Anareai) è il punto di riferimento tecnico per tutto il panorama allevatoriale nazionale delle ventotto razze equine ed asinine coinvolte. Le iniziative dell’Associazione, come spiega il suo presidente Luca Marcora, appena eletto alla guida, sono finalizzate alla tutela della …

CORSO SU RIPRODUZIONE BOVINE DA LATTE PRESSO IL POLO DI FORMAZIONE DI MACCARESE

Il corso ha l’obiettivo di consentire ai partecipanti di conoscere ed approfondire i principali programmi di fertilità per gli animali da reddito, di trasmettere le conoscenze per la gestione riproduttiva delle bovine analizzando gli indicatori delle performance riproduttive.saranno, inoltre, affrontate le principali problematiche che si riscontrano nella routine della gestione della fertilità ed in che …

MOZZARELLE DOP, TRA CAMPANIA E PUGLIA SPUNTA IL RICORSO DEI TEDESCHI

Dal Corriere della Sera del 30 maggio 2020 Nessuno identifica la mozzarella con la Germania. Eppure i tedeschi, in particolare i bavaresi, hanno bloccato l’iter dell’istituzione della Gioia del Colle Dop, la mozzarella a Denominazione di origine protetta pugliese. Già ostacolata sul nascere dai campani, a difesa della storica bufala Dop, adesso i pugliesi — …

DANNI AGLI ALLEVAMENTI DAI LUPI: PER ARA PUGLIA LA MISURA ORMAI E’ COLMA

Di Giuseppe Francesco Sportelli (Terra e Vita)21 Giugno 2020 È quanto denunciano i dirigenti dell’Ara Puglia dopo l’ennesimo episodio accaduto sulla Murgia tarantina con un intero allevamento ovino sterminato. Di questo passo si rischia di perdere un grande patrimonio di biodiversità zootecnica«Gli allevatori pugliesi non ne possono più di vedersi sgozzati pecore, capre, vitelli e …

FUTURO DELLA CARNE BOVINA DI ALTA GAMMA: ANTROPOLOGIA DI UN MITO.

Da Ruminantia Consumi delle carni e miracolo economico italiano Nei primi novant’anni postunitari i consumi alimentari degli italiani sono quelli di un Paese povero e arretrato, condannato ad una dieta pressoché vegetariana, povera di grassi e di proteine. Soltanto con il miracolo economico del secondo dopoguerra si apre un’epoca nuova e senza precedenti, di crescita …

PRIMO LUGLIO: DATA CRUCIALE PER LA ZOOTECNIA ITALIANA

Da Informatorezootecnico Quel giorno infatti verranno presentati i nuovi palinsesti Rai. Ed è vivo il timore che venga annunciata una ripresa degli attacchi agli allevamenti da parte delle trasmissioni televisive È all’orizzonte una delle date più importanti dell’anno per la zootecnia italiana, il primo luglio. Non è la scadenza per fare domanda di adesione a …

TRANSUMANZA: ABRUZZO LIMITA PASCOLI AI FORESTIERI

Rischiano di avere pochi pascoli a disposizione gli allevatori della provincia di Foggia. Colpa della legge regionale dell’Abruzzo, che assegna la priorità agli imprenditori locali nelle aste per i terreni. Guarda il servizio del TG Norba: http://www.norbaonline.it/ondemand-dettaglio.php?i=91667&parte=1