SOSTENIBILITA’ E TRASPARENZA DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE CON IL SISTEMA DI QUALITA’ NAZIONALE PER IL BENESSERE ANIMALE.

Il Sistema di qualità nazionale per il benessere animale è stato presentato ufficialmente nei giorni scorsi dai ministeri della Salute e delle Politiche Agricole, che stanno completando, assieme ad Accredia, l’ente unico nazionale di accreditamento, la definizione delle modalità applicative del sistema.
L’obiettivo è quello di rafforzare la sostenibilità ambientale, economica e sociale delle produzioni zootecniche attraverso una riqualificazione delle tecniche di allevamento e promuoverne la trasparenza nei confronti dei consumatori.
Per benessere animale si intende «un sistema integrato a cui concorrono per il suo raggiungimento, il sistema di allevamento, l’alimentazione e la salute degli animali, il controllo della biosicurezza in allevamento, il monitoraggio dell’uso del farmaco veterinario, il controllo e la gestone delle emissioni nell’ambiente».
L’adesione da parte degli allevatori sarà volontaria.
Al termine dell’iter verrà rilasciata una certificazione sul benessere animale che prevede un apposito logo volontario in grado di garantire che i prodotti derivano da allevamenti attenti al benessere animale.
Un decreto interministeriale stabilirà le regole per la certificazione e l’ambito di attività degli organismi di certificazione. Con uno o più decreti dei ministri delle Politiche agricole e della Salute saranno inoltre definiti: disciplinari di produzione, marchio distintivo per identificare i prodotti certificati, le regole per la vigilanza e i controlli e le modalità di utilizzo delle banche date esistenti relative al settore agricolo e sanitario.
Il singolo operatore o il gruppo di operatori di filiera può presentare la domanda agli organismi di certificazione accreditati dotandosi di un sistema di identificazione e di registrazione degli animali e dei prodotti di origine animale capace di garantire la tracciabilità lungo tutta la filiera.
Al termine dell’iter sarà rilasciato il “certificato di conformità” al Sistema da parte dell’ente di certificazione.

Presupposto per le aziende zootecniche sarà l’adesione al sistema Classyfarm, un sistema di categorizzazione degli allevamenti in base al rischio che ha l’obiettivo di garantire un maggior livello di sicurezza della zootecnia ed è stato messo a punto dal Crenba (Centro di referenza nazionale sul benessere animale).
Ottenuta la certificazione in etichettatura di animali e prodotti zootecnici si potrà indicare l’adesione al “Sistema di qualità nazionale per il benessere animale” o in alternativa “Sqn benessere animale” o in sostituzione il logo “Sqnba;